Un gruppo di cittadini volontari si è proposto di ripulire le cunette e le piazzole lungo la circonvallazione, il tratto dalla rotonda della Cagima fino a quella di San Cosimo dove i cumuli di immondezza soprattutto in prossimità delle piazzole continuano ad aumentare, una situazione che deve essere affrontata con interventi urgenti di vigilanza contro gli incivili.

Questi cittadini si daranno appuntamento alle ore 9.00 di Sabato 9 dicembre presso la rotonda di Sant'Isidoro direz. Cagima e saranno supportati da alcuni mezzi della Campidano Ambiente che provvederà al ritiro.

Tutti i cittadini sono invitati all'appuntamento salvo impegni, chiunque possa dare una mano sarà il benvenuto, i requisiti indispensabili saranno veramente pochi, 1 paio di guanti, scarponcini, la pettorina arancione in dotazione agli automobilisti e tanta buona volontà.

L'Arst comunica che dal giorno 11 dicembre 2017 verranno modificati gli orari della navetta di collegamento tra Sinnai e Settimo Stazione. I nuovi orari favoriranno l'ulteriore interscambio tra i passeggeri provenienti da Sinnai e Settimo S.P con la corsa metropolitana delle ore 08.41 e ne modificano altri. Queste nel dettaglio le corse aggiornate

Navetta Sinnai - Settimo Stazione

Partenza S.Isisidoro Arrivo Stazione Settimo Coincidenza con Tram/Treno partenza ore..
07.08 07.25 07.30
08.18 08.35 08.41
09.00 09.17 09.21
10.40 10.57 11.00
11.20 11.37 11.40
12.00 12.17 12.20
16.20 16.37 16.40
17.20 17.37 17.40
18.00 18.17 18.20
18.40 18.57 19.00
19.20 19.37 19.40
20.20 20.37 20.40
21.00 21.17 21.20

Navetta Settimo Stazione - Sinnai

Partenza Tram/Treno da Gottardo Partenza da Stazione Settimo Ora Arrivo a Sant'Isidoro
07.28 07.35 07.53
08.37 08.40 08.58
10.18 10.21 10.39
10.58 11.01 11.19
11.38 11.41 11.59
15.38 15.41 15.59
16.38 16.41 16.59
17.38 17.41 17.59
18.18 18.21 18.39
18.58 19.01 19.19
19.38 19.41 19.59
20.38 20.41 20.59

Politica sui cookies

Cosa sono i cookie
I cookie sono dei piccoli file di dati che vengono memorizzati sul computer dell’utente durante la navigazione e svolgono varie funzioni come ricordare i dati del login ai servizi, raccogliere informazioni statistiche sulle pagine visitate, identificare il browser e il dispositivo utilizzati, selezionare contenuti e comunicazioni mirati a seconda delle proprie preferenze e altro ancora.

I cookie possono essere di vario tipo, a seconda della tipologia dati che memorizzano e di quanto tempo restano memorizzati sul dispositivo dell’utente.

I cookie di sessione, o temporanei sono quelli scadono o vengono cancellati alla chiusura del browser, mentre quelli persistenti hanno scadenze più lunghe (da pochi minuti a mesi interi) a seconda delle funzioni che svolgono. Sono proprio queste funzioni che distinguono i cookie in due categorie: tecnici e non tecnici (o di profilazione).

I cookie tecnici gestiscono i dati necessari all’erogazione delle pagine e facilitano la navigazione, permettendo, ad esempio, di non dover reinserire user e password per accedere a particolari servizi, di ricordare l’ultima pagina visitata o fino a che punto si è visto un video, di riconoscere il tipo di dispositivo in uso e di adattare le dimensioni delle immagini di conseguenza. I cookie tecnici consentono inoltre di effettuare analisi statistiche aggregate sulle pagine più visitate e sulle preferenze degli utenti, ma solo in forma anonima, e non vengono utilizzati per analizzare il comportamento o le preferenze dei singoli utenti.

I cookie di profilazione, invece, vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione ed erogare, ad esempio, contenuti, anche pubblicitari, mirati a particolari interessi.

I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).

Sinnai News utilizza sulle sue pagine cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza sul proprio sito, adattandolo, ad esempio, a seconda del browser e del dispositivo in uso, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, o esponendo pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. 

La navigazione sulle pagine di Sarda News prevede l’utilizzo di cookie tecnici e non (questi ultimi detti anche “di profilazione”), di prima e di terza parte, necessari all’erogazione del servizio,  utilizzati a fini statistici, di analisi della navigazione e per l’erogazione di servizi e comunicazioni commerciali personalizzate.

Se ti trovi sul sito Sarda News e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, se prosegui  la navigazione sul sito, cliccando su qualsiasi elemento del sito o su un’immagine o anche semplicemente scorrendo la pagina o chiudendo il layer informativo cliccando il tasto “approvo”, acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti in questa informativa e implementati nelle pagine del sito Sarda News.

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni  fornite dai relativi produttori, o utilizzando degli appositi programmi; tuttavia, Sarda News desidera ricordare che la restrizione della capacità dei siti web di inviare i cookie può peggiorare l’esperienza di navigazione globale degli utenti.

Il consenso alla ricezione dei cookie può essere espresso anche mediante specifiche configurazioni del browser da parte degli utenti. La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie inviati solo da alcuni o da tutti i siti, opzione che offre agli utenti un controllo più preciso della privacy e di negare la possibilità di ricezione dei cookie stessi, o comunque di modificare le scelte precedentemente effettuate. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser:

Mozilla Firefox:

  1. Apri Firefox
  2. Premi il pulsante “Alt” sulla tastiera.
  3. Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona “Strumenti” e successivamente “Opzioni”.
  4. Seleziona quindi la scheda “Privacy”.
  5. Vai su “Impostazioni Cronologia:” e successivamente su “Utilizza impostazioni personalizzate” . Deseleziona “Accetta i cookie dai siti” e salva le preferenze.

Microsoft Internet Explorer:

  1. Apri Internet Explorer.
  2. Clicca sul pulsante "Strumenti" e quindi su "Opzioni Internet".
  3. Seleziona la scheda "Privacy" e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l'alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti).
  4. Quindi clicca su OK. 

Google Chrome:

  1. Apri Google Chrome.
  2. Clicca sull'icona "Strumenti".
  3. Seleziona "Impostazioni" e successivamente "Impostazioni avanzate".
  4. Seleziona "Impostazioni dei contenuti" sotto la voce "Privacy".
  5. Dalla scheda "Cookie e dati dei siti" dove sarà possibile cercare e cancellare specifici cookies. 

oppure

  1. Digita chrome://settings/cookies nella barra degli indirizzi e premi invio.
  2. Accederai alla scheda “Cookie e dati dei siti” dove sarà possibile cercare e cancellare specifici cookies.

Safari:

  1. Apri Safari.
  2. Scegli "Preferenze" nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello "Sicurezza" nella finestra di dialogo che segue.
  3. Nella sezione "Accetta cookie" è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto ( contrassegnato da un punto interrogativo).
  4. Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su "Mostra cookie".

Cookie di terze parti 

Durante la navigazione sulle pagine di Radio Fusion, per fini statistici o di profilazione per l’erogazione di pubblicità, potrebbero essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti esclusivamente da terze parti.

Di seguito sono  elencate le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e i link alle loro  politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici

La policy di Google

Facebook - Cookie di profilazione

La policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione

La policy di Twitter

PayClick - Cookie pubblicitari o di profilazione 
La policy di PayClick

Google Adsence - Cookie pubblicitari o di profilazione 
La policy di Google Adsence

Criteo - Cookie pubblicitari o di profilazione 
La policy di Criteo

Eadv - Cookie pubblicitari o di profilazione

La Policy di Eadv

Youtube - Cookie pubblicitari o di profilazione

La policy di Youtube

Con l'arrivo di dicembre, si pensa già al natale e a come potrebbe essere illuminata Sinnai con le "luminarie" natalizie.

Sui social si rispolverano vecchi ricordi, come le luminarie "falliche" che dovevano rappresentare delle candele, ma in realtà sembravano tutt'altro.

Sono passati ben 7 anni dallo storico natale 2010 quando questi "Menhir" decoravano Via Trieste.

E a proposito di Menhir, dall'archivio dello storico settimanale "Questa Sinnai" riproponiamo questo simpatico articolo in limba di Mario Spina

20 Dicembre 2010 

Sinnai, Natale 2010

Menhir moderni ?...luminarie natalizie !

Sinnia de ammirai !

Is antigus o prenuragicus iant seminau su territoriu sardu de custus “menhir”, scultura lapidea prus o mancu grezza, a forma e simbulus de “catzzu”; probabilmenti fiant simbulus religiosus de onorai o adorai cun ritus adeguaus a cussa antighidadi. 
Invecis is modernus e precisamenti is Sinniesus de oi, chi olint biri calenc’una cosa chi dd’assimbilat, podint andai in via Trieste a Sinnia, e fai calencuna andada e torrara asutta de is’insegnas natalizias ( luminarias) chi ddu ant apiccau, (chini ?) 
Is preistoricus de s’era prenuragica po motivus anti cumprensibilissimu no podint essi accusaus po sa mancanza de fantasia. Antzis! A su contrariu, depint’essi ammiraus e apretzaus puru po sa capacidadi artistica chi anti scipiu esprimi! 
Ma ita depeus nai de sa fantasia de chini at progettau e fattu ponni is insegnas natalizias aundi eus nau prima?

Chini at scrittu custas pagu rigas, po crosidadi personali at preguntau unu buttegheri de sa via Trieste, a propositu de cussas luminarias, nendiddi : “Ita ndi pentzas de sa fantasia de su progettista de custas insegnas natalizias?” 
Ari respundit: “No mi ddu domandisti! Tottus a forma de “catzzus” ! Su progettista depit essi propriu unu cultori de sa “Fallocrazia”.

Augurius sincerus e bonas festas a tottus is Sinniesus e “soprattutto” a chini bivit in via Trieste. E a is’istrangius raccumandu de benni a Sinnia po ammirai is luminarias nostras !

Metadi de mes’ ‘e Idas 2010  

Pagina 6 di 6

Eventi a Sinnai e Dintorni

Presentazione del libro - Nassara e la guerra dei poveri - 15 Marzo 2018 - Biblioteca comunale di Sinnai

Giovedì 15 Marzo 2018 l'associazione Immoi presenta il libro - Nassara e la guerra dei poveri - con un dialogo in compagna dell'autore Gianni Andrea Deligia.

Nel 1975 Gianni Andrea, dopo la laura in Scienze Politica, lascia la Sardegna per svolgere il servizio civile volontario internazionale. Giunto in Ciad si troverà a dirigere l'unica rivista del paese, sarà calciatore nel campionato nazionale e accetterà di restare per dirigere l'Unicef durante la guerra civile.

La presentazione del libro si terrà alle 18.30 presso la Biblioteca comunale di Sinnai

5° Motocavalcata del Serpeddì - Domenica 25 Marzo 2018 - Sinnai (CA)

Come ogni anno in concomitanza della domenica delle Palme il Motoclub Sa Palestra Sinnai sta organizzando la 5° Motocavalcata del Serpeddì.

Sarà una Motocavalcata non competitiva aperta a tutte le moto in regola con c.d.s.

Vi sarà un percorso con delle varianti SOFT, HARD & EXTREME.

La Motocavalcata sarà aperta anche ai quad che seguiranno il percorso SOFT.

Novità di quest'anno sarà l'apertura della Motocavalcata ai MaXienduro con un percorso panoramico.

Il nuovo tracciato interamente rivisto e diverso dagli anni precedenti sarà lungo circa 80 Km e si svolgerà nei territori tra Sinnai e Burcei dove a metà percorso ci sarà un break, mentre a fine percorso non rimarrete delusi con il nostro spuntino da palestrato con vino e birra del palestrato. 

Al termine del giro ci sarà una ricca lotteria con tanti premi. 

Necessario certificato di sana e robusta costituzione.
Per Maggiori informazioni:

Segui tutti gli aggiornamenti della 5° Motocavalcata anche su Instagram #sapalestra , 
Pagine facebook
Motoclub Sinnai SaPalestra 
Motoclub Sa Palestra Sinnai
Whatsapp 3701430534

5° Motocavalcata del Serpeddì - 25/03/18 - Sinnai (CA) - Sardegna

Sinnai - Sfilata di Carnevale - Sabato 17 Febbraio 2018 raduno alle 15:00 in Piazza Funtanalada

La PRO LOCO e L' Assessorato al Turismo, Spettacolo e tradizioni popolari di Sinnai organizzano la sfilata di carnevale aperta alla partecipazione di carri, maschere singole e di gruppo, locali e di altri paesi.

Sabato 17 febbraio raduno e partenza alle ore 15 da Piazza Funtanalada ed arrivo in Piazza Sant'isidoro.

VERRANNO PREMIATI i CARRI, LE MIGLIORI MASCHERE SINGOLE E DI GRUPPO con un Montepremi di 800 Euro.

Iscrizioni gratuite, Modulo di partecipazione scaricabile dall'albo Pretorio del Comune di Sinnai e da questo link - Evento Facebook

Questo il Regolamento completo:

L'Associazione Turistica Pro Loco Sinnai In qualità di soggetto attuatore dell'A.T.S. di cui alla deliberazione di G.C. n° 19 del 01.02.2018 nell'ambito della manifestazione denominata "Carnevale Sinnaese 2018 — Cranovali Sinniesu 2018"
Organizza
Sfilata carnevale 2018 del 17 febbraio 2018

Regolamento
• Per le iscrizioni, gratuite, è necessario utilizzare la sottostante cedola di partecipazione da consegnare entro le ore 14,00 del 15 febbraio 2018 on-line alla seguente mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

• L'iscrizione è aperta a carri, gruppi, maschere singole locali e di altri paesi.

• Si intendono gruppi mascherati su carro, coloro che si presenteranno su veicoli a motore autorizzati a circolare in base al codice della strada, rappresentando un tema.

• Si intendono gruppi a piedi coloro che si presenteranno a piedi o su veicoli non a motore, rappresentando un tema.

• Per gruppi mascherati si intende un gruppo di persone mascherate, composto da almeno 10 unità che abbiano un tema comune.

• Non si accettano ritardi sull'orario di partenza della sfilata, fissata per le ore 15,00 del 17 febbraio, in piazza Funtanalada, Sinnai.

• E' prevista la possibilità per i gruppi e le maschere individuali di poter sfilare, oltre che a piedi, anche con biciclette, carretti.

• E' vietato categoricamente l'uso di bottiglie di vetro, alcoolici, bombolette spray, farina, acqua, segatura o qualsiasi altro prodotto nocivo che possa causare danni a persone o cose. L'inosservanza di tale norma comporta l'immediata esclusione e allontanamento dalla sfilata.

• Un'apposita giuria, nominata dall'associazione organizzatrice del carnevale ed a suo insindacabile giudizio, valuterà in particolare l'originalità, le coreografie, lo spirito e la perfomance dei carri, dei gruppi e delle maschere singole.

• L'amministrazione comunale e l'associazione turistica Pro Loco, organizzatori, sono sollevati da qualsiasi responsabilità civile e penale che in ogni modo dovessero sorgere in conseguenza della partecipazione del proprio gruppo, carro, maschera singola alla citata manifestazione.

• La premiazione e' prevista nella piazza Sant'Isidoro al termine della sfilata.

• Premio per il miglior carro: € 300,00;

• Premio per il 2° miglior carro: € 200,00;

• Premio miglior gruppo: € 150,00;

• Premio 2° miglior gruppo: € 100,00;

• Premio miglior maschera singola € 50,00;

Per iscriversi è possibile scaricare regolamento e cedola da questo link

Il pranzo di Carnevale 2018 da Birillo a Sinnai (Cagliari) - Menu Turistico 12 Euro

 

In occasione del Carnevale Sinnaese 2018 il 18 Febbraio, il locale da "Birillo" in Via Giardini, 7 propone un menu turistico a soli 12 euro per tutti coloro che vogliono ristorarsi a Sinnai in attesa dell'evento de "Is Cerbus" .

Questo il Menù proposto da Birillo

Antipasto
Mallorreddus alla campidanese
Arrosto Misto di Maiale e Patine Fritte
bevande, caffè, amaro e dolcetti

"Birillo" è un locale accogliente, con clima famigliare, a pochi passi dalla piazza Sant'Isidoro dove avverrà lo spettacolo de Is Cerbus.

MENU' disponibile esclusivamente su PRENOTAZIONE AL 070765588 - 3475518364

La Sera, dopo is Cerbus, è possibile stare a Sinnai e cenare da Birillo al costo di 5 Euro a Persona (Pizza a scelta, patatine e Bibita).

Ultime Notizie da Sinnai - Settimo e Maracalagonis

La Magia del Carnevale Sinnaese 2018 - Dalle Tradizionali Maschere de Is Cerbus alle Pariglie e la sfilata dei carri allegorici - Le Nostre Immagini

Non potevamo mancare al carnevale Sinnaese 2018, due giorni di festa a Sinnai.

Sabato 17 Febbraio la sfilata dei carri allegorici è partita nel primo pomeriggio da Piazza Funtanalada per attraversare tutto il paese, da Via Sanna Corda, Santa Vittoria sino a Via Roma per poi attraversare la via Roccheddas e concludere in Piazza Sant'Isidoro con la grande festa e distribuzione di chiacchere per tutti. Tre carri e diversi gruppi animati hanno partecipato alla sfilata.

Il Primo premio di 300 euro è stato vinto dal carro - il polpo e i suoi amici - realizzato da Gruppo Folk funtana e olia mentre il 2 posto a parimerito i carri M&M Caramelle e Magico mondo Disney hanno vinto 100 euro a testa. Anche i gruppi sono stati premiati. Ai primi due gruppi classificati sono andati 75 euro, mentre al 3° e 4° 50 euro a ciascun gruppo. E' stata premiata anche la miglior maschera singola: La medusa che si è aggiudicata 50 euro di premio

Domenica 18 Febbraio grande festa con le pariglie la mattina e Is Cerbus la sera.

In mattinata alla corsa de Is pariglias hanno partecipato i cavalieri di Assemini, Norbello, Oristano, Ollolai e Oristano che si sono esibiti in spericolate acrobazie.

A Is pariglias è seguita la pentolaccia che però si è conclusa in anticipo a causa dell'infortunio di un cavallo.

Nel pomeriggio si è dato spazio a Is cerbus, la parodia della caccia al cervo fra le strade dell'abitato e poi nella piazza Sant'Isidoro.

Presenti anche le maschere arrivate da altre parti della Sardegna: Su Sennoreddu e sos de S'iscusorzu di Teti, i Cambas de Linna di Guspini, S'urtzu e sa mamulada di Seui e S'urtzu e su pimpirimponi di Sadali.

Il carnevale è stato organizzato da Comune e Pro loco in collaborazione delle associazione Is basonis e Is cerbus.

Prossimamente sulle nostre pagine ulteriori foto e video - Foto di Matteo Rubiu & Valentina Moi - Associazione Culturale Radio Fusion - www.sinnainews.it 

Nasce Solanasvacanze.it - Il sito web interamente dedicato a Solanas

Nasce Solanasvacanze.it, Il sito web interamente dedicato a Solanas: ad annunciarlo con orgoglio la nuova associazione culturale Solanas 3.0

Un sito che racchiude tutte le informazioni sulla località turistica frazione di Sinnai. 

Come arrivare, la spiaggia, cosa vedere, dove dormire, dove mangiare, altre attività e servizi utili. 

Una vetrina di rilievo fortemente voluta dall'associazione culturale, grazie ad un progetto autofinanziato ed al contributo di più 40 adesioni.

Una prima versione del sito, sicuramente da arricchire e migliorare graficamente, che potrebbe diventare il punto di rifermento per turisti e non che intendono trascorre le vacanze a Solanas.

 

26 gennaio 1953. Disastro aereo sulle colline di Sinnai: 19 morti

È il 26 gennaio 1953 quando sulle colline attorno a Sinnai un bimotore della linea Cagliari-Roma precipita, causando la morte di 19 persone.

A ricordarlo oggi sono le Pagine dell'Unione Sarda

L'aereo è un velivolo della compagnia Lai, partito pochi minuti prima dall'aeroporto di Cagliari, ed è uno dei tre collegamenti che la compagnia aerea quotidianamente svolge tra la Capitale e lo scalo dell'Isola.

Quella mattina lo schianto è terribile, al punto che - come testimonieranno poi alcuni soccorritori - è quasi impossibile identificare molti dei corpi delle vittime.

La commissione comunica 5 giorni più tardi i risultati della sua indagine, dove si sostiene che l'incidente è dovuto dalla rottura in volo della semiala destra, causata "da improvvise sollecitazioni dinamiche a carattere assolutamente eccezionale".

Ciò dovuto al fatto che l'aereo "è entrato improvvisamente in un vortice", una tromba d'aria "che ha provocato la rottura dell'ala". Un fatto, insomma, "di rarità ed eccezionalità uniche".

Le Foto:

I Resti dell'aereo conficcati sulla collina

Rottami Contorti, tutto ciò che restava del veivolo

Uno dei motori finiti in fondo a un canalone

L'Indagine ripresa giorni più tardi sull'Unione Sarda

Un Aereo simile a quello coinvolto nell'incidente

Sinnai, avviso per le nomina a scrutatore per le elezioni del 4 marzo 2018: Ecco come partecipare

Il Comune di Sinnai ha pubblicato l'avviso per avviso per la nomina a scrutatore in occasione delle elezioni politiche di domenica 4 marzo 2018. 

I moduli sono a disposizione presso l’ufficio protocollo o sono scaricabili dal sito del comune o direttamente tramite questo link (file pdf).

La nomina è limitata ad un solo componente dello stesso nucleo familiare, con precedenza al più giovane di età. 

Possono partecipare gli inoccupati/disoccupati che non hanno fatto lo scrutatore di seggio nelle ultime tre consultazioni elettorali ovvero:
Referendum popolare del 17 aprile 2016 – Elezioni amministrative del 5 giugno 2016 – Referendum Costituzionale del 4 dicembre 2016 

Le domande dovranno pervenire entro le ore 18.30 di mercoledi’ 31 gennaio 2018 all'ufficio protocollo del comune (piano terra).

Solanas, arriva il nuovo parroco: Stasera alle 17.30 la presentazione di Don Gianni Soro

Arriva un altro missionario per la comunità di Solanas.

Dopo mons. Giovanni Sanna (nominato di recente nuovo parroco parrocchia Madonna di Lourdes in Capoterra – Poggio dei pini)

arriva nella parrocchia Madonna della Fiducia di Solanas, Don Gianni Soro.

La presentazione del vicario parrocchiale Gianni Soro avverrà questa sera durante la Santa Messa delle 17.30.

Don Gianni Soro inizierà a celebrare regolarmente le sante messe a partire da Giovedì prossimo.

 

Cultura e Tradizioni a Sinnai e dintorni

Solanas - Lo sbarco degli alleati - Simpatico Video del 1976

Siamo nel 1976, in quegli anni c'era una grossa polemica sulla presenza dei militari delle basi NATO in Sardegna. 

Un gruppo di giovani della Chiesa evangelica battista di Cagliari girarono questo video amatoriale per poi proiettarlo in occasioni dove, introdotto da documenti originali (giornali e altro), si parlava della necessità di demilitarizzare la nostra regione.

Il Video è stato realizzato da Stefano Meloni, girato con una videocamera ed il rullino era stato spedito alla kodak per la stampa ed è stato montato direttamente in macchina, senza alcun edit in post produzione.

Un video divertente e creativo realizzato con pochi mezzi in quel periodo, ma senza alcuna pretesa artistica. Le immagini sono state girate non solo sulla bellissima spiaggia di Solanas, ma anche in alcune strade interne che mostrano la Solanas del 1976 a bordo di un auto Fiat 500. In alcune panoramiche si vede anche la zona residenziale con le abitazioni già presenti 40 anni fa.

Gli stessi ragazzi sono presenti anche in altri video su youtube "Ordem e progresso" e "Pink".

Ringraziamo Stefano Meloni per la condivisione del video e delle informazioni.

Il disegno-murales di Foiso Fois nella vecchia scuola elementare di via Eleonora d’Arborea a Sinnai

Un disegno-murales dello storico artista Cagliaritano “Foiso Fois”, a cui è stato titolato il maggiore Liceo Artistico isolano dove ha insegnato, è inciso direttamente nel muro, si trova a Sinnai nella vecchia scuola elementare di via Eleonora d’Arborea.
Attualmente il plesso ospita gli ambulatori dell’ASL.

In questo momento è transennato, i cornicioni e parte della struttura sono pericolanti ed il murales, in parte si sta rovinando.

Incredibilmente, sembra che nessuno si stia rendendo conto a Sinnai della gravità della situazione, una comunità determina la sua storia e la sua cultura se sa coltivare la sua specificità artistica, il murales/incisione nell’ambito della produzione artistica di Foiso Fois è unico nel suo genere.

Si tratta di un lavoro risalente al 1964, inno al lavoro nei campi e la sua convivenza “umanistica” con l’industrializzazione e l’urbanizzazione , il pezzo è titolato dallo stesso Fois “La Rinascita”, tre anni dopo sarebbe nato il Liceo Artistico e Musicale titolato a lui a Cagliari, non cancelliamo la Storia dell’Arte Isolana per non curanza, salviamo e preserviamo la memoria di un lavoro irripetibile del Maestro.

Nei sentieri della pineta di Sinnai, un'acqua miracolosa lenisce i dolori. Domus de Janas S'acqua 'e is dolus

Passeggiando tra i sentieri della pineta di Sinnai, immersi nel cuore del nostro grande polmone verde, ci si può trovare a fare delle scoperte che arricchiscono le nostre conoscenze, antiche credenze e tradizioni dimenticate nel tempo che ogni tanto è bene ricordare per non disperderle nel nulla. Percorrendo uno dei sentieri della pineta, in territorio di Settimo San Pietro si trova "S'acqua 'e is dolus" una Domus de Janas che nasconde una storia antica e ricca di devozione. 

Un’antica leggenda narra che San Pietro passò a Settimo e si riposò in questa roccia. Pregò così tanto che rimase il segno delle sue ginocchia nella roccia. Si racconta anche, che quando, il 29 Giugno (festa di San Pietro e Paolo), il parroco andava a benedire quell’acqua, là si faceva una grande festa con i balli e canti. La gente partiva dalla periferia del paese e arrivava fino alla chiesetta di San Pietro, non molto lontana dalla fonte. La sera il parroco celebrava la messa e benediceva tutti i presenti con l’acqua della fonte; tutti bevevano dalla fonte perché si diceva che quell’acqua fosse miracolosa, cioè capace di guarire i dolori. Da qui deriva il suo nome: “S’acqua ‘e dolus”, cioè l’acqua dei dolori.

La domus risale al IV secolo a.C. ed è composta da una piccola anticamera che precede la cella della tomba ipogea accessibile da una piccola apertura quadrata. la grotta è quasi sempre piena d'acqua a causa di inflitrazioni da una falda sotterranea.

Oggi nella nostra passeggiata in pineta, l'abbiamo trovata così. Decorata con delle farfalle di carta, coffinu della tradizione Sinnaese, e del miele sardo. Troviamo anche degli operai che sistemano il percorso, e ci informano che proprio oggi una scolaresca arriverà a visitare questo sito. Un occasione per far trascorrere ai bambini una giornata immersi nel verde e far conoscere la storia e tradizioni del nostro territorio, che spesso riscopriamo anche da grandi, o forse le scopriamo per la prima volta leggendo questo nostro semplice link sul web.

Domus de Janas S'Acqua ' e Dolus - Settimo San Pietro - Con vista sul golfo di Cagliari.

Ci si arriva dalla pineta di Sinnai percorrendo il sentiero sulla sinistra poco dopo la caserma "Sa Pira", oppure da Settimo San Pietro nei pressi della chiesetta campestre di San Pietro, dalla quale si percorre un sentiero di poco meno di un chilometro.

Tradizione e Innovazione: Sinnai e la sua preziosa cestineria

Di Veronica Cannas

La Sardegna è una terra fertile, ricca di vegetazione e materiali naturali quali giunco, raffia, asfodelo, vimini, palma nana e paglia, proprio per questo la nostra terra è famosa e ricercata per la preziosa cestineria per cui Sinnai vanta grande tradizione. Fin dai tempi antichi, si parla del periodo preistorico, era considerata una delle attività principali dell'uomo e sopratutto della donna che reperiva il materiale utile inizialmente essicandolo, dividendolo a listelli e pulendolo dalla parte centrale. Il cestino sardo nasce da una spirale iniziale che verrà coperta da “S'IMPANNA” (un pezzo di stoffa più o meno prezioso) che costituirà il fulcro e il centro del cesto. Nella tradizione Sinnaesa incontriamo diversi tipi di cestino: SA CROBI E SA CROBEDDA a costa alta, SU PALLINI, SA PALLINEDDA E SU CANISTEDDU a costa bassa, SU COFFINU molto ampio a costa alta bombata con coperchio e spesso imbottito internamente con raso rosso, SA CRANISTA usata per riporre i corredini dei neonati e SU CIULLIRU, della stessa forma "de su pallinu" ma con lo sfondo realizzato con soli steli di grano e veniva usato nelle faccende domestiche. Con il trascorrere del tempo i cestini hanno subito dei cambiamenti d'uso, se prima i cestini avevano una destinazione d'uso più semplice e casalinga, oggi sono considerati pezzi preziosi e di arredo. La tradizione della cesteria sinnaesa perdura ancora grazie alle sapienti mani di ragazze che lavorano e creano ogni giorno dei preziosi capolavori di tradizione sarda. A questo proposito di seguito proponiamo l'intervista a Caterina Meloni, giovanissima cestinaia che con dedizione e costanza porta avanti questa nostra preziosissima tradizione.

V.C. «Come pensi che il Comune possa portare avanti e valorizzare questa tradizione?»

C.M. «Sarebbe interessante da parte del Comune valorizzare maggiormente questa tradizione abilitando dei corsi che possano coinvolgere tutta la popolazione e in particolar modo i giovani. Ricordo che tempo fa, nel Comune di Maracalagonis, erano stati abilitati dei corsi propedeutici di cestineria per bambini, un buon modo per instillare in queste piccole grandi menti l'amore per le tradizioni sarde. Vorrei aggiungere, inoltre, l'importanza in questo ambito delle persone anziane, dei loro insegnamenti sarebbe importante farne tesoro.»

V.C. «Cosa ti ha portato a intraprendere questa strada?»

C.M. «È nato per caso seguendo un corso, con il tempo mi sono resa conto che mi piaceva e ho continuato; credo di essere migliorata.. ma ho ancora tanto da imparare! Mi sento molto onorata di poter perpetuare questa tradizione e poter forse un giorno insegnarlo a mia volta ad altre giovani.»

V.C. «A questo proposito, in che maniera, secondo te, questa attività potrebbe trasformarsi in un vero e proprio lavoro?»

C.M. «Potrebbe diventare un lavoro se si trovassero i giusti “appigli”, anche se in realtà non sarà mai retribuito come davvero dovrebbe, dato che la realizzazione di un cestino richiede varie fasi e tanto tempo; il buon turismo sarebbe un inizio, bisognerebbe puntare proprio su questo e fare conoscere così la nostra fantastica cultura a tutti»

Personaggi Storici di Sinnai - Prof. Alfonso Ligas - Chirurgo

Prof Alfonso Ligas

Nato a Sinnai nel 1904 , si laureò in medicina nel 1929 . Iniziò la sua carriera che nello spazio di 32 anni lo portò a coprire incarichi prestigiosi e ad accattivarsi la stima il rispetto e l’amicizia dei più grandi nomi della medicina in campo nazionale e non. Scelse di rimanere a Cagliari , tra la sua gente , umile e fedele servitore d’una realtà , quella dei sofferenti , alla quale si sentiva particolarmente vicino . La sua storia è la favola del giovane orfano che con sacrificio suo e dei familiari aveva saputo affrontare e vincere le difficoltà d’una vita non certo facile , che ha commosso intere generazioni . Il suo ricordo è ancora vivo nelle numerose persone che lo hanno conosciuto e che , sono ancora in tanti , devono a lui il privilegio e la gioia di essere ancora in vita. A questo proposito ricordiamo soprattutto i due episodi che gli diedero fama nelle riviste scientifiche di tutto il mondo , quando , negli anni quaranta , intervenendo d’urgenza a cuore aperto su due pazienti che si presentarono al pronto soccorso con il cuore lacerato da ferite da taglio , riuscì con prontezza coraggio e profonda conoscenza dell’arte medica , a restituire ai due sfortunati il dono della vita che ancora conservano. Ma di lui si ricordano tanti episodi e , sicuramente indimenticabile in chi lo vide , l’immagine del chirurgo che , scalzo e con i piedi gonfi , in condizioni più che precarie , al riparo delle grotte , operava i troppi feriti di una Cagliari martoriata dai bombardamenti . Il 7 maggio del 1961 all’età di 57 anni il professor Ligas fu stroncato da un infarto. Quel giorno la scienza medica perse uno dei suoi più illustri rappresentanti. Ma la gente , la sua gente perse un amico , un uomo che pur nella sua celebrità aveva saputo conservare doti di umanità e umiltà. Tutta sinnai pianse l’uomo che sempre aveva avuto una mano tesa , un gesto di solidarietà , una parola di conforto e di speranza. I cittadini vollero restituirgli quell’affetto che da sempre lui aveva avuto per il suo paese, per i suoi amici ( che non dimenticò mai), per la sua gente con la quale amava trascorrere i giorni di festa. Il suo ricordo è ancora vivissimo nella memoria di molti. per celebrare le sue qualità di studioso ed esimio professionista è stato collocato un busto nell'atrio dell'ospedale San Giovanni di dio a Cagliari. A questo illustre concittadino Sinnai ha dedicato una strada e un busto collocato nel municipio.*

*Estratto dal libro Sinnia, sinniesas e sinniesus di Angelo Perra

Alfonso Ligas nacque a Sinnai, in provincia di Cagliari, nel 1904 e si laureò nell’Università di Cagliari nel 1929 con pieni voti. Si dedicò subito alla chirurgia; nel 1931 fu nominato Assistente volontario dell’Istituto di Patologia Chirurgica di Cagliari e subito dopo Assistente Incaricato della Clinica ove, nel 1934, fu Assistente di ruolo e nel 1941 Aiuto. Nel 1944 divenne Primario della Divisione chirurgica degli Ospedali Riuniti di Cagliari, successivamente allievo di Baggio, di Forni, di Valdoni e di Putzu. Libero Docente in Patologia Chirurgica e in Clinica Chirurgica. Aveva tenuto con onore l’incarico dell’insegnamento della urologia confermatagli per quattro anni dalla Facoltà Medica di Cagliari e quello della anatomia patologica per un anno sempre nell’Università cagliaritana. Ligas non aveva avuto una vita facile; rimasto orfano in tenera età, con molti sacrifici aveva saputo affrontare molte difficoltà per giungere alla laurea. Lasciata dopo 14 anni la carriera universitaria, si impose come chirurgo valente e organizzatore, portando ad alto livello, con le caratteristiche della modernit, la Divisione Chirurgica degli Ospedali di Cagliari, che aveva dedicato alla sua venerata Mamma. Divenne famoso operando d’urgenza una ferita del cuore da arma bianca. Idolatrato nel piccolo paese di Sinnai, dove era nato, fu fondamentalmente un generoso e dimostrò nell’esercizio della professione doti tecniche non comuni. Morì a 57 anni, proprio quando aveva raggiunto una posizione di primissimo piano, che poteva compensarlo di tutte le difficoltà che aveva superato e vinto. Era socio della Società Italiana di Chirurgia dal 1939 e partecipava con assiduità alla vita Scientifica dei Congressi.**

**Estratto da CENTO ANNi di ChiRuRGiA Storia e Cronache della Chirurgia italiana nel XX° Secolo di Eugenio SANTORO e Luciano RAGNO

Please publish modules in offcanvas position.